Accordi - E' venerdì, non mi rompete i coglioni - Ligabue

18:15:00 0 Comments A+ a-

Video



Il terzo inedito estratto da “MADE IN ITALY” si intitola “È VENERDÌ, NON MI ROMPETE I COGLIONI”
“MADE IN ITALY” è già triplo platinoed è l' undicesimo disco di inediti di LUCIANO LIGABUE, ventesimo album della sua carriera.
Prodotto da Luciano Luisi, con musiche, testi e arrangiamenti di Luciano Ligabue, (certificazioni diffuse da FIMI/GfK Italia) ed è ancora al vertice della classifica dei dischi più venduti della settimana TOP OF THE MUSIC FIMI/GfK Italia (diffusa da FIMI). Il disco è stato anticipato in radio dal primo singolo, certificato oro da FIMI/GfK Italia, “G COME GIUNGLA” (in rotazione dal 2 settembre) e dal secondo singolo “MADE IN ITALY” (in rotazione dall’11 novembre).

Accordi per chitarra di E' VENERDÌ NON MI ROMPETE I COGLIONI ACCORDI
STROFA : SOL MI- DO DO-
RIT : SOL MI- DO DO-

Testo per chitarra di Luciano Ligabue

E questa sera vado fuori
sento troppa compressione
meglio uscire che scoppiare
io ed il mio amico Carnevale
capitiamo nel locale
dove abbiamo avuto il nostro bel daffare
da quanto non veniamo e non manchiamo
ci carburiamo con un aiutino
che è venerdì

L'ingresso sembra un po' più stretto
forse han tolto degli specchi
io mi sento un po' impedito
e lo sapevo, avrei scommesso
che la musica era un cesso
ma comunque noi avremmo resistito
che adesso c'ho bisogno di rumore
e non pensare al freddo che c'è fuori
che è venerdì

Non mi rompete i coglioni
mia bella sposa qualunque cosa
sarà il minore dei mali
arriva un tipo che mi offre
un po' di viagra e poi mi dice
che lo mette a molto poco
e le ragazze son sudate

Sono giovani e impegnate
che ballare adesso non è mica un gioco
e un paio che ci lasciano provare
e insomma non andiamo mica male
che è venerdì
si fanno vivi due fighetti
a dirci quanto siamo vecchi
e ad insultarci che c'eran prima loro
si passa presto agli spintoni
uno di loro ha la pistola

Sento il freddo della canna sulla gola
mi dice vecchio hai già la vita corta
ma se ci tieni proprio te l'accorcio
ed è venerdì
non mi rompete i coglioni
mia bella sposa qualunque cosa
sarà il minore dei mali
che è venerdì

Ed il respiro piano piano
ci ritorna e qui fuori
fa le nuvole di fumo
siamo sdraiati sul catrame
quelle stelle sono vere
e almeno qui non ci sparerà nessuno
e Carnevale si sta sbellicando
e io che lo sfanculo e poi mi aggiungo
che è venerdì

Non mi rompete i coglioni
mia bella sposa qualunque cosa
sarà il minore dei mali
è venerdì
non ci rompete i coglioni
qualunque cosa mia bella sposa
il venerdì resta fuori
che è venerdì